Festa Patronale di San Giacomo

«C’è una chiesa con una grande facciata in falso barocco sopra una grande, ondeggiante massa di scalini: e di lato una fantastica confusione di forme rotondeggianti con un disordine di tetti rotondi di tegole, appuntiti al centro. Deve essere stato una specie di convento. Ma è soprattutto ciò che si chiama “un pezzo da pittore”, quella grande, pallida facciata barocca in cima al dolce pendio, e quello strano edificio scuro al suo fianco, con i suoi innumerevoli tetti rotondi ricoperti di tegole scure, simili a cappelli a punta, disposti a diverse altezze. » (David Herbert Lawrence, Mare e Sardegna, 1921)

Festa grande a Orosei in onore di San Giacomo Apostolo, patrono del centro baroniese. Sei giornate di festeggiamenti all’insegna della musica e della tradizione organizzate dalle ragazze e i ragazzi 30enni in collaborazione con il Comune e con l’aiuto dei vari sponsor. I giovani i del paese lavorano e si impegnano per un anno intero organizzando feste e manifestazioni volte alla raccolta fondi per questa sentita ricorrenza.

Ad inaugurare i festeggiamenti civili è come da tradizione la gara di poesia estemporanea sarda tra i migliori poeti della Sardegna; le loro rime sono accompagnate dalle voci del tenore oroseino.

A seguire, sempre sul palco di piazza del Popolo, i protagonisti sono invece i canti logudoresi a chitarra.

Il 25 Luglio, giorno della festa patronale, nella parrocchia di San Giacomo viene celebrata la messa e a seguire il simulacro del santo viene portato in processione. La festa prosegue alle 21 in piazza del popolo con i gruppi folk. Altre serate vengono animate dal “concerto” di un artista scelto dai ragazzi e da serata di cabaret o spettacoli simili.