Ogliastra

Coste

L’Ogliastra è una delle zone più selvagge e incontaminate della Sardegna; le sue coste sono fra le più suggestive del mondo e presentano insenature e spiagge uniche e spettacolari, che si caratterizzano per la loro bellezza e per la limpidezza delle acque. Secondo Legambiente e Touring Club Italiano, infatti, la costa di Baunei, all’interno dell’area del Golfo di Orosei e Ogliastra, rappresenta il comprensorio turistico migliore di tutta Italia. Il Comune di Baunei è stato anche premiato con il titolo delle 5 vele, prestigioso riconoscimento che certifica la gestione sostenibile e la salvaguardia del paesaggio, e la qualità dei servizi offerti. Quasi tutte le più famose spiagge di questo tratto di costa hanno ricevuto premi e riconoscimenti, tra cui Cala Mariolu (Baunei), seconda spiaggia più bella d’Italia e sesta in Europa secondo Trip Advisor;  il Lido di Orrì (Tortolì) e il Lido di Cea (Tortolì e Bari Sardo) sono state Bandiera Blu 2014.

La varietà di spiagge suggestive della costa ogliastrina è davvero notevole: tanti sono gli scenari naturalistici, ciascuno con le sue caratteristiche ambientali peculiari. Tra le spiagge più conosciute, oltre la già citata Cala Mariolu, anche Cala Goloritzé – sempre nella parte sud del Golfo di Orosei – altra meraviglia naturale con la sua celebre Aguglia; ancora, Santa Maria Navarrese (Baunei), Girasole, Tancau (Lotzorai), Porto Frailis (Tortolì), Marina di Bari Sardo, Cardedu, Gairo e Tertenia. Insomma, una scelta vastissima per gli amanti del mare e degli sport acquatici.

Entroterra

Il territorio dell’Ogliastra, di 1.838 kmq, è caratterizzato da altipiani e montagne vertiginose che rendono il paesaggio molto suggestivo e affascinante. Tutta la regione ricorda un immenso anfiteatro rivolto verso il Mar Tirreno, delimitato a nord dal Supramonte e dal fiume Codula di Luna , e a sud dai rilievi tabulari di Jerzu e dalle colline del salto di Quirra. I panorami indimenticabili soddisfano le esigenze di tutti i tipi di turisti, sia di coloro che preferiscono trascorrere le vacanze in tranquillità tra il silenzio dei monti, sia di chi ama distendersi sulle splendide spiagge e tuffarsi in un mare cristallino.

L’Ogliastra è una terra di formazione  geologica molto antica, risalente al Mesozoico e al Giurassico (circa 155 milioni di anni fa); è dunque ricchissima di minerali, di rocce basaltiche e di filoni quarziferi di porfido rosso, che sono unici al mondo. L’entroterra ogliastrino è ricco di vasti boschi di lecci, castagni, tassi, querce e ulivi millenari, in cui trovano il loro habitat naturale daini, cervi, mufloni, cinghiali, lepri, pernici e quaglie etc. Sono presenti numerosi sentieri escursionistici in cui è possibile effettuare passeggiate a cavallo o anche in moto e quad. L’Ogliastra è inoltre ricca di grotte e cascate naturali, queste ultime soprattutto nella zona di Ulassai (come la Cascata di Lequarci).

Di notevole importanza naturalistica sono i Tacchi d’Ogliastra, che occupano una porzione importante del territorio ogliastrino; sono monti calcareo-dolomitici il cui nome deriva dalla tipica conformazione simile ad un tacco di scarpa. Tra questi il Perda Liana (Gairo) è il più famoso; altri sono il Tacco di Monte Tisiddu, il Tacco Arba di Ussassai, il Monte Lumburau, il Monte Arquerì, Punta Corongiu di Jerzu. Altri siti di notevole bellezza sono rappresentati dal passo di San Giorgio, vicino a Osini, e dalle grotte di Su Marmuri (Ulassai). Sui Tacchi si possono visitare luoghi selvaggi ed habitat unici in Sardegna. Spettacolare è la varietà di specie animali e vegetali di particolare pregio naturalistico; in quest’area si trovano anche numerosi ed interessanti insediamenti nuragici, tra cui quello di Serbissi, Sanu, Is Cocorronis, Pranu e Su Samuccu.