Ogliastra

Percorsi escursionistici – I Tacchi d’Ogliastra

L’Ente Foreste della Sardegna ha realizzato numerosi itinerari escursionistici in questa meravigliosa zona dell’Ogliastra: segnaliamo il Sentiero dei Nuraghi C-521, connesso a Nord con il Sentiero T-102 e a Sud con il Sentiero C-505. Il percorso attraversa luoghi di interesse naturalistico, archeologico e antropologico. La caratteristica di questo sentiero è la presenza di vari punti panoramici, diversi nuraghi e paesaggi esclusivi; il Sentiero Sa Tappara C-503, che si può dividere in due tratte: la prima (circa 1,7 Km) quasi interamente su sentiero e la seconda che chiude ad anello fino al punto di partenza (circa 0,6 Km) su strada asfaltata; il Genna Filixi – Anello Perda Liana T-101, che può essere considerato uno dei percorsi più coinvolgenti per la suggestiva presenza dell’imponente torre calcarea. Esso rappresenta un punto di snodo molto importante nel complesso intrico dei sentieri. E infine il Sentiero delle aquile – Nuraghe Serbissi C-521, che passa attraverso luoghi di notevole interesse paesaggistico, e inizia nei pressi del piccolo centro di Gairo Taquisara. Il tratto iniziale del tragitto, sul versante alla sinistra orografica del rio Taquisara, è coperto da una pineta.

 

Enogastronomia

Un itinerario all’insegna dell’enoturismo potrebbe essere quello che segue la “strada del Cannonau”, il tipico vino sardo, che regala emozioni al palato accompagnandolo con i prodotti tipici della gastronomia locale. Attraverso il Trenino Verde, infatti, si può arrivare a toccare varie località che costituiscono le “Strade del Cannonau”: paesi come Jerzu, Villagrande Strisaili, Arzana, Baunei, Lanusei, oppure spingersi verso Seui e Urzulei alle porte della Barbagia.

Il Cannonau rappresenta il vino rosso più indicato per gli abbinamenti con i piatti di carne tipici della cucina sarda (porcetto, agnello e capretto arrosto) e con i formaggi stagionati. Tra i rossi della Sardegna, è quello che gode di maggior prestigio a livello locale ed extraregionale.